Menu
Categorie del Blog
Strategie & Organizzazioni | Di Milano, di Roberta Garibaldi e della presentazione del “Rapporto sul Turismo Enogastronomico Italiano 2020”
51350
post-template-default,single,single-post,postid-51350,single-format-standard,eltd-core-1.0.3,ajax_fade,page_not_loaded,,borderland child-child-ver-1.0.0,borderland-ver-1.6, vertical_menu_with_scroll,smooth_scroll,side_menu_slide_with_content,width_470,paspartu_enabled,paspartu_on_bottom_fixed,wpb-js-composer js-comp-ver-4.9.1,vc_responsive

Di Milano, di Roberta Garibaldi e della presentazione del “Rapporto sul Turismo Enogastronomico Italiano 2020”

Per chi come me, vive la dimensione di una città di “provincia” un po’ come fosse la propria zona di confort, anche se a solo un’ora di treno, la cosmopolita Milano fa sempre un po’ d’effetto!

Se poi il “quartier generale” dei lavori, per i quali sono venuta a Milano è la Torre Unicredit in zona Garibaldi… devo sinceramente confessare che quei 231 metri di parete vetrata che si stagliano verso il cielo e tutti i palazzi intorno, mi affascinano ed intimoriscono. Ti senti piccola, mi sento come quando sono arrivata per la prima volta a Manhattan, cammino con il naso all’insù!

Sono qui per la presentazione alla stampa del “Rapporto sul Turismo Enogastronomico Italiano 2020”. Raggiungo la “Tower Hall” e dopo le formalità di registrazione e firma entro nella sala conferenze: le televisioni stanno già intervistando Roberta Garibaldi, è lei l’autrice e la coordinatrice della ricerca.

Esperta di food&travel e professore di Tourism Management all’Università degli Studi di Bergamo, è ambasciatrice per l’Italia della World Food Travel Association e tra le altre collabora con l’ Agenzia delle Nazioni Unite per il Turismo, l’ UNWTO e ne è keynote speaker.
735 pagine di dati e analisi compongono l’edizione 2020 del “Rapporto sul Turismo Enogastronomico Italiano”, e delineano sia il profilo dell’offerta del “sistema italia” comparato a livello europeo e nazionale, sia il profilo del turista internazionale di Francia, Regno Unito, Canada, Stati Uniti d’ America, Messico e Cina.

Nella percezione dei viaggiatori la rilevanza dell’enogastronomia nel viaggio è sempre più importante.

L’ 89% dei turisti enogastronomici e il 69% dei turisti NON enogastronomici sono più propensi a raccomandare la destinazione se vivranno food-experience positive!
L’87% dei primi e il 65% dei secondi sono più propensi a tornare nella destinazione.

Il turismo enogastronomico è
Turismo Esperienziale
Turismo Culturale
Turismo Relazionale

In Italia l’incremento in % di prenotazioni di esperienze tra il 2018 e il 2017 toccano numeri altissimi:

+141% per cibo, vino e vita notturna

+138% per sport acquatici

+122% per i parchi a tema

+117% per biglietti e pass turistici

Vi lascio con tre parole, NO non sole, cuore amore, ma

Gorgonzola
Pizza Margherita
Parmigiano Reggiano



Sono i primi tre prodotti italiani ad indicazione geografica ricercati sul web, nel mondo!

danielaballarini

daniela
No Comments

Post a Comment