Menu
Categorie del Blog
Strategie del Turismo | Se Airbnb si accorda con Amsterdam
51068
post-template-default,single,single-post,postid-51068,single-format-standard,eltd-core-1.0.3,ajax_fade,page_not_loaded,,borderland child-child-ver-1.0.0,borderland-ver-1.6, vertical_menu_with_scroll,smooth_scroll,side_menu_slide_with_content,width_470,paspartu_enabled,paspartu_on_bottom_fixed,wpb-js-composer js-comp-ver-4.9.1,vc_responsive

Se Airbnb si accorda con Amsterdam

 

 

60 sono i giorni che i cittadini olandesi della citta’ di Amsterdam avranno come limite massimo nell’arco dell’anno, per l’affittare attraverso Airbnb senza una licenza per affittacamere

 

90 giorni per Londra UK, e’ il limite dei giorni che nell’anno solare, un britannico puo’ affittare una stanza senza acquisire una licenza per affittacamere

 

600.000 euro e’ invece la multa che il sindaco Colau di Barcellona, ha deciso per Airbnb e Homeway per non aver dato seguito ai moniti che già nell’ agosto del 2015 aveva visto il sindaco in prima linea contro il proliferare delle case in affitto.

 

709 case sono state chiuse sempre da Ada Colau a Barcellona dallo scorso mese di luglio a tutt’oggi e 3000 sono i dossier ancora aperti.

 

7500 dollari e’ invece la multa che la citta’ di New York ha previsto, per chi affitta per piu’ di 30 giorni consecutivi

 

 

I numeri di AirBnB

 

 

2000000 e piu’ sono gli annunci che passano per la piattaforma

34000 sono le citta’ presenti sul portale

191 sono i paesi nel mondo che utilizzano il colosso della sharing economy

daniela
No Comments

Post a Comment